L’alimentazione biologica è ormai molto più di una moda passeggera, è la consapevolezza che il nostro sostentamento non deve gravare in modo eccessivo sull’ambiente che ci circonda. Scegliere biologico significa preferire alimenti e prodotti che possano creare un equilibrio virtuoso tra le nostre esigenze e le risorse a disposizione.

Cosa significa biologico? Quali vantaggi possono derivare dal consumo di alimenti bio?

Biologico: agli italiani piace sempre di più

Da una recente indagine Nielsen “L’alimentare e il biologico in Italia” commissionata da Assobio, l’associazione di rappresentanza delle imprese di trasformazione e distribuzione dei prodotti biologici, emerge un settore in continua espansione.

Ben 18,4 milioni di famiglie italiane acquistano prodotti bio, di questi 3,2 milioni sono clienti abituali (+14,8% nel 2014 rispetto all’anno precedente) e li comprano tutte le settimane; mentre 3,2 milioni (+8,4%) acquistano bio una volta al mese, i restanti 12 milioni ogni tre mesi.

Sono particolarmente convinte di questa scelta le donne, mentre se si considera l’età i più attivi sono i consumatori tra i 25 e i 44 anni e fra i 55 e i 64 anni. Nonostante la crisi, nell’ultimo decennio la crescita di questo settore è stata considerevole, arrivando a valere 2,5 miliardi di euro (con un fatturato in crescita del 16% nei primi quattro mesi del 2015 e del 12% nel 2014 rispetto all’anno precedente). Le regioni dove si registra il numero di acquisti maggiore sono quelle del Sud (+30%), seguito dal Centro (+16%), dal Nord Est (+15%) e dal Nord Ovest (+13%).